Home Montona Ricette

Ricette

Le Frittole

½ kg di farina
3 uova
50 grammi di lievito
2 etti di zucchero
un pizzico di sale
buccia di limone grattugiato
1 etto e ½ di uvetta
1 etto e ½ di noccioline
½ etto di pinoli
4 mele
Rhum


Ammorbidire l'uvetta nell'acqua calda e metterla poi nel rhum. Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida e aggiungere un po' di farina. Grattuggiare le noccioline, il limone e le mele. Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere un pizzico di sale e in seguito il lievito e il resto della farina. Unire all'impasto l'uvetta con il rhum e i pinoli e mescolare a mano. Aggiungere le noccioline macinate e per ultimo le mele e il limone.
Se la pasta fosse tenera è necessario aggiungere farina. Se fosse dura aggiungere un po' di vino bianco. Non far lievitare altrimenti le frittole assorbono troppo olio.

Pan di Spagna

6 uova (grandezza media e assolutamente che non siano fredde)
3 etti di zucchero
2 etti di farina
1 pizzico di sale
limone (a piacimento)


Sbattere per 15 minuti l'albume e tuorlo, lo zucchero e il sale. Mettere a mano la farina e mescolare lentamente.

Frittata al Tartufo

Burro
Tartufo
Uova (2 per persona)
Sale
Pepe


Sciogliere nel burro delle scaglie di tartufo e versare due uova sbattute. Mescolare bene tenendo il fuoco non troppo forte. Salare, pepare e versare la frittata nel piatto, cospargerla di tartufo affettato.

Fusi al tartufo

I fusi sono una specie di pasta fatta in casa consistente in triangoli o losanghe di pasta, arrotolati attorno al manico di un cucchiaio di legno e saldati con una leggera pressione delle dita. Al posto dei fusi si possono usare le tagliatelle.

Burro
Tartufo
Sale
Fusi
Parmigiano


Cuocere la pasta. Sciogliere le scaglie di tartufo nel burro. Versare il burro fuso con le scaglie di tartufo sulla pasta. Mescolare bene e cospargere di parmigiano e tartufo finemente affettato.

Buzolai

1 kg di farina
5 uova (due intere e tre rossi)
2 etti di burro
¼ zucchero
12 deca lievito di birra
Limone
Aromi rum


La sera prima grattugiate la buccia di limone e mettetela in un bicchiere con del rum. In un po' di acqua tiepida con un cucchiaio di zucchero mettete a sciogliere il lievito ed unitevi 4 cucchiai di farina (tolte dal chilo previsto) e lasciate lievitare in un pentolino.

Intiepidite le uova con lo zucchero a bagnomaria, aggiungetevi un pizzico di sale. Sulla tavola mettete la farina a fontana e versatevi le uova intiepidite, la buccia di limone, il lievito. Impastate bene, salate. Se vi sembra che l'impasto sia troppo consistente aggiungete latte, unitevi gli aromi e il rum.

Lasciate lievitare la pasta coprendola con un pezzo di lana. Quando vi sembra che sia ben lievitata fatene tre pani che lavorerete con le mani per mezz'ora. La pasta deve risultare liscia e non appiccicosa. Lievitatele al caldo. Quando la pasta è ben lievitata, formate delle ciambelle con il buco, unitele assieme premendo i margini uno sopra l'altro. Infornatele per 10-12 minuti. Lasciatele raffreddare e quindi bagnatele nel vino bianco e spolveratele di zucchero a velo.

Il sugo invernale

(per i fusi e qualsiasi altro tipo di pasta)

1/3 di carne di manzo
1/3 di carne di gallina
1/3 di carne di maiale affumicata
Un etto di lardo
Una cipolla
Rosmarino
Un cucchiaio di farina
Salsa di pomodoro
4 cucchiai di olio di oliva
Pepe e sale


Fare il pesto unendo il lardo e la cipolla, poi metterlo in un tegame assieme all'olio. Quando il lardo si sarà sciolto e la cipolla sarà rosolata, unire la carne e farla asciugare. Aggiungere il rosmarino. A circa metà cottura della carne aggiungere la salsa di pomodoro. Unire la farina e mescolare di continuo per alcuni minuti perché non si attacchi e non si formino grumi. Lasciare bollire a fuoco lento per circa 2 ore. Durante la cottura salare e pepare.

Il sugo estivo

(per i fusi e qualsiasi altro tipo di pasta)

Per il sugo estivo si sostituisce la carne di manzo con carne di vitello, si aumenta la carne di gallina e si diminuisce quella di maiale.

Gnocchetti di neve

4 uova
120 grammi di zucchero
Latte


Si sbattono a neve 4 albumi, si aggiungono 120 grammi di zucchero vanigliato. Si versa a cucchiaiate nel latte bollente, voltando i gnocchetti che si formano con la paletta. Non cucinate più di 3-4 alla volta perché si gonfiano assai. Con la paletta si levano cautamente e si stendono sullo straccio per farli sgocciolare. Poi si mette uno strato di questi gnocchetti in una forma di porcellana. Negli spazi vuoti si mette un po' di avanzi di biscotti o pandispagna tagliato a pezzettini ed un po' di crema di cioccolata. Poi di nuovo uno strato di gnocchetti ed il resto della crema.

Cuocere nel forno.

Crema di cioccolata

Sciogliere nel forno 80 grammi di cioccolata, aggiungere un po' di latte tiepido e zucchero facendo bollire finchè sia diventata una crema densa. Aggiungere 3 albumi sbattuti a neve.

I "bimbi"

Si tratta della minestra di granoturco fresco che a Montona si mangiava la prima volta alla vigilia della Madonna grande (Ferragosto).

Il granoturco e i fagioli si mettono in ammollo il giorno prima. Si prepara il pesto con 2 etti di lardo e uno spicchio di aglio. In una pentola si mettono il granoturco, i fagioli, 2 o 3 petate pelate e tagliate, il pesto, la cotenna e qualche pezzo di carne di maiale. Le patate una volta cotte, vanno pestate con una forchetta e così pure una parte dei fagioli. Verso la fine si aggiunge il sale e una volta pronta si lascia riposare la minestra per circa mezz'ora.